Il Blog del Trail

INFO & CONTATTI


facebook
instagram

Articoli

La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia!

2020-12-31 15:45

Admin

La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia!

Il 2021 è alle porte...Non rinunciate ad essere felici, correte e sognate sempre!

img-7277-1609429592.JPG

Il 2021 è finalmente alle porte, e tutti noi ci ritroviamo a tirare le somme dell'anno appena passato. Sicuramente ci sono cose più importanti a cui pensare, però da buoni sportivi non possiamo fare a meno di buttare un occhio a cosa abbiamo combinato in questo 2020.

 

C'è chi controlla Strava, chi fa il calcolo dei chilometri o dei metri di dislivello, chi confronta i dati con quelli dell'anno precedente, e chi invece riporta gli ultimi allenamenti sul proprio quaderno come ha sempre fatto in vita sua.

 

La situazione attuale non ci ha permesso di partecipare a tante gare, per cui ci siamo dovuti ripensare e reinventare, in modo da tenere alte le motivazioni. In realtà penso che questo discorso sia più diretto verso i professionisti, coloro per cui la competizione è tutto o magari è proprio il loro lavoro. Per gente più "normale" quest'anno è stato invece una scoperta. 

Io personalmente ho un po' accantonato l'orologio, l'ossessione per i tempi, ed ho fatto un sacco di belle esperienze. Spesso le ho fatte da solo, ma non per questo sono state meno appaganti.

 

 

Ho passato un sacco di tempo in montagna, a volte nei monti di casa, a volte scoprendo posti totalmente nuovi.
 

Ho vissuto albe e tramonti senza fretta, riempiendomi gli occhi di tutta la bellezza che riescono a regalare.
 

Ho fatto delle corse pazzesche, su creste ventose che mi hanno dato il gusto vero della libertà.

 

Ho condiviso delle uscite sfiancanti con buoni amici, e ne ho passate tante altre in completa solitudine.
 

Ho ascoltato di più il mio corpo, riposando quando me lo chiedeva ed allenandolo quando me lo permetteva.
 

Ho scoperto che per allenarsi bene, non basta solo correre ma si può fare un sacco di altra roba.


 

Insomma, sportivamente parlando io questo 2020 non mi sento proprio di buttarlo. Le gare mi mancano? Certo come a tutti. Ma più che le classifiche e i tempi mi manca lo stare assieme, il viaggiare, le trasferte coi compagni di squadra. Ma in questo anno col freno a mano tirato ho comunque vissuto tante belle esperienze, ed in un periodo come questo vale più di qualsiasi competizione.

 

Per cui continuate a sognare, progettare, a vivere la natura nel modo in cui vi rende più felici. Prima o poi questo periodo finirà e potremo tornare alle nostre abitudini ma nel frattempo ricordate sempre che "La vita non è aspettare che passi la tempesta, ma imparare a ballare sotto la pioggia".

 

Buon 2021 a tutti!!