Il Blog del Trail

INFO & CONTATTI


facebook
instagram

ValsusaTrail- Recensione

Descrizione

 

Chiusa di San Michele, 2 giugno 2019. Un magnifico giorno di sport ha preso vita in  questo weekend, sempre sotto lo sguardo attento della Sacra di San Michele, simbolo della nostra valle e già candidata ad entrare nella lista UNESCO dei beni Patrimonio dell'Umanità.
Tre le distanze su cui è possibile gareggiare: 9 km (550d+), 21 km (1100d+), e 42 km (2800 d+), oltre ai numerosi eventi collaterali come la corsa dei bimbi e quelle coi propri amici a quattro zampe. Tutte e tre passano accanto alla Sacra, ed in aggiunta la 42 si spinge fino ai 1430 metri del Colle Bione da cui si gode di una vista mozzafiato.

Per raggiungere la zona di partenza è possibile utilizzare la macchina, sfruttando gli ampi parcheggi a disposizione oppure tramite il servizio ferroviario (in tal caso controllare orari di partenza sul sito ed aggiungere circa un chilometro e mezzo di camminata).

eyJpdCI6IlZhbHN1c2FUcmFpbCAtIENvbCBCaW9uYSJ9eyJpdCI6IlZhbHN1c2FUcmFpbCAtIFZpc3RhIn0=eyJpdCI6IlZhbHN1c2FUcmFpbCAtIERldHRhZ2xpbyJ9eyJpdCI6IlZhbHN1c2FUcmFpbCAtIFpvbmEgcGFydGVuemEifQ==

Iscrizioni

Restano aperte fino a pochi giorni dalla gara, a prezzi via via cresenti, limitate a circa 600 pettorali su tutte quante le distanze.

 

Servizi

Molti ristori ben posizionati lungo il percorso, docce calde, pranzo post-gara, servizio massaggi, village con prodotti tecnici in vendita, area camper

‚Äč

La Gara

La partenza è divisa in due: alle 8.15 è il turno della Hero Marathon (quella da 42 chilometri) che si lanceranno per un primo giro da circa 10 chilometri. E' studiato appositamente per ripassare in zona partenza in modo da rendere più spettacolare la visione della gara da parte degli accompagnatori e sostenitori, ed in seguito per le 9.30 partono le altre distanze. Il primo giro della Hero è davvero tosto, dopo neanche 3 chilometri ha inizio una salita a tratti molto ripida che porta in brevissimo tempo 400 metri più su, sbucando su una delle numerose mulattiere che per l'occasione sono state tirate a lucido. La cura maniacale dei tanti volontari ha fatto si che su questi sentieri non ci fosse mezza pietra fuori posto, veramente un lavoro certosino. Da qui si raggiunge il primo ristoro nella piccola borgata di Basinatto, e dopo averne attraversate un altro paio si scende rapidamente verso la zona di partenza. A questo punto i percorsi percorrono un grande pezzo in comune: dapprima ci si dirige su asfalto al paese accanto (sul versante opposto del Monte Pirchiriano) e se ne risale il versante su mulattiera fino a raggiungere la Sacra di San Michele, primo suggestivo passaggio di giornata. Da qui tramite lunghi saliscendi si prosegue a mezza costa fino alla piccola ma ben tenuta borgata del Folatone ( solo la 21 e la 42 km, la distanza più breve scenderà prima) dove un ristoro indica il punto di separazione. La 21 torna indietro, mentre per la gara regina si prosegue su tratti a volte impegnativi fino al Col Bione. La vista è molto panoramica se la giornata lo permette, e dopo un breve passaggio in cresta ci si ributta nei boschi per ritornare verso il punto di arrivo. 

Conclusioni

Un trail che un anno dopo l'altro continua a confermarsi, aggiungendo un mattoncino per volta per migliorarsi e sorpendere sempre. Quest'anno si è optato per l'adesione al circuito ITRA con 2 punti in palio, il prossimo cosa succederà? Non resta che aspettare per scoprirlo!

 

Sito internet: http://www.valsusatrail.it/

Pro: è difficile trovare sentieri così ben puliti, organizzazione impeccabile, passaggi suggestivi

Contro: Nessuno!

 

Create Website | Free and Easy Website Builder