Il Blog del Trail

INFO & CONTATTI


facebook
instagram

Chiusa di San Michele - Sacra - Folatone - Chiusa di San Michele

Informazioni

Sviluppo: 21km

Dislivello: 1100 d+

Presenza di cani: Nessuno

Punti di appoggio: Un bar alla Sacra di San Michele

Fontane: sulla prima salita, Basinatto, Pian Pumè, Folatone

Traccia GPS: Clicca qui

 

Descrizione breve

Questo itinerario si sviluppa sul versante più all'ombra della valle, e permette, dopo aver raggiunto la Sacra, di attraversare alcune belle e caratteristiche borgate montane. Ripercorre il tracciato del Valsusa Trail da 21 km, famosa gara di Trail Running che viene disputata nel mese di Giugno

Punto di partenza dell'itinerario

Itinerario

Il percorso ha inizio davanti ai campi sportivi, dove è presente un grosso parcheggio ed un bar. Si parte in direzione Sant'Ambrogio (Figura 1) proseguendo sulla poco trafficata strada asfaltata, che in seguito una sbarra chiude al traffico. Si arriva in paese e si gira a destra (Figura 2) fino ad arrivare nei pressi della chiesa dove ha inizio la salita (km 2.65, Figura 3). Si tratta della più lunga salita di giornata, per cui meglio prenderla con calma. Si sale per circa 3 km e 500 d+ su vecchie ma ben tenute mulattiere a tratti ripide, accompagnati dalla presenza di 14 croci sul percorso (Figure 4 e 5). Si sbuca quindi in borgata San Lorenzo (Figura 6), la si attraversa e seguendo le indicazioni ci si ributta su sentiero che in breve tempo ci porta sul piazzale antistante la Sacra di San Michele (Figura 7). Ci si ferma a dare un'occhiata ed è possibile visitarla anche internamente (per costi ed orari si rimanda al sito internet). Se invece si desidera continuare il giro bisogna lasciarsi la Sacra alle spalle e scendere lungo la strada asfasltata fino al piazzale che si trova a qualche centinaio di metri. Prima di arrivare al ristorante, sulla destra, una bacheca in legno e dei segnali ci indicano la strada corretta da prendere (Figura 8). Inizia una tranquilla discesa di circa 1 km, prima di arrivare ad un bivio ben indicato: si segue per Basinatto/ V.S. Trail Lungo od in alternativa se si desidera scendere subito si può scendere seguendo l'indicazione Corto (Figura 9). Le mulattiere prosuegono su facili saliscendi, le pendenze ora sono molto più contenute. Poco prima della borgata si iniziano ad incontrare diverse statue intagliate nel legno (opere di un abile artista del luogo), ed in breve si arriva a Basinatto (Figure 10-11-12-13). Qui si trova una fontana. Si seguono le indicazioni per Pian Pumè (Figura 14), che si raggiunge sempre con facili saliscendi ed attraversando un paio di ponti in legno creati per superare i piccoli fiumi che si incrociano. Anche qui si trova una fontana (Figura 15). Arrivati alle case si gira a sinistra e si prosegue su facile strada bianca fino alle indicazioni per Bennale (per qualsiasi dubbio è sempre possibile seguire le frecce che riportano la voce "Valsusa Trail" e/o i segnali gialli fosforescenti). Anche questo tratto non riporta salite degne di nota, e sempre seguendo i tanti segnali presenti si arriva al Folatone (Figura 16). Qui il percorso di gara completo prosegue, dapprima su Prese Cattero, Castel Bilia e, dopo una salita impegnativa, Col Bione prima di prendere la strada del ritorno. Nel nostro caso invece abbiamo girato intorno alla piccola chiesa della borgata e preso il sentiero in leggera salita. Dopo un breve tratto quasi pianeggiante (Figura 17) attraversiamo un piccolo fiume e incontriamo l'ultima vera salita di giornata. Una piccola staccionata ne indica la fine, e giriamo subito a destra su una larga strada bianca. Al secondo tornante un evidente sentiero ben segnalato si stacca sulla sinistra ed inizia una leggera discesa (Figura 18). Da qui in poi è un susseguirsi di piccole e graziose borgate, la traccia è sempre evidente ma bisogna prestare attenzione ai tanti segni gialli presenti per evitare di mancare qualche deviazione. Ci riallacciamo quindi al percorso di andata a Pian Pumè, da cui ripercorriamo i propri passi. Al bivio del corto precedentemente incontrato (Figura 9) non ritorniamo alla Sacra ma scendiamo lungo la mulattiera senza possibilità di errore: il sentiero termina dietro ai campi sportivi, esattamente dove siamo partiti.

IMG_5394-minIMG_5391-minIMG_5387-minIMG_5413-minIMG_5379-minIMG_5377-minIMG_5415-minIMG_5374-minIMG_5375-minIMG_5418-minIMG_5373-minIMG_5369-minIMG_5368-minIMG_5363-minIMG_5362-minIMG_5357-minIMG_5356-minIMG_5354-min
Create Website | Free and Easy Website Builder